20201010 In Bici all'Oasi della Rizza - Sabato 10 ottobre 2020

”In Bici lungo il Navile (Oasi della Rizza)”  Sabato 10 ottobre 2020

540px Il Battiferro Lungo il NavileCapogita: Rizzati Adriano cell.  347/9997171 - Ritrovo: ore 9,00 e partenza ore 9,15 dal parcheggio di Villa Angeletti, entrata di Via Carracci

La storia: il Canale Navile è la principale testimonianza del sistema idrico artificiale che per secoli ha attraversato Bologna. Dalla chiusa di Casalecchio, costruita nel 1191, le acque del Reno sono state deviate nel centro storico per dirigersi verso Corticella, Castelmaggiore, Bentivoglio e Malalbergo, fino a confluire di nuovo nel Reno, a Passo Segni, dopo un percorso di circa 40 km.                                                                                                Lungo il percorso, molto suggestivo, si possono vedere le vecchie chiuse dette “Sostegni”, usate in passato per rendere navigabile il canale. La chiusa detta del Battiferro, è attribuita, secondo alcuni, a Leonardo da Vinci. Inoltre l’acqua veniva utilizzata come fonte di energia per il funzionamento di numerosi mulini, spostare persone e merci ed irrigare i terreni. Un tragitto che offre scorci di natura e di storia di rara bellezza che può essere percorso in bicicletta. Oltre ad ammirare alcuni caseggiati degli anni 30, passeremo sul ‘ Ponte della Bionda’ in cui una targhetta ricorda che già nel 600 una graziosa ‘Bionda’ incontrava i suoi cliente nelle vicinanze.                   

Il percorso: l’itinerario ha inizio dal parco di Villa Angeletti, in Via Carracci e partenza in bici lungo la ciclovia del Navile. Al ‘Sostegno’ di Castelmaggiore si lascia l’argine sx del Navile e si prosegue su strade secondarie per S. Marino, fino a Bentivoglio, dove si trova il magnifico complesso storico e il suo Castello, residenza di caccia e svaghi di Giovanni II  di Bentivoglio. Si prosegue sull’argine dx del Navile per arrivare presso l’Oasi naturalistica “La Rizza”, ex risaia che ospita una ricca e diversificata fauna, in particolare di uccelli. Nell’Oasi è tornata, dopo secoli, a nidificare la bellissima cicogna bianca.  Durante il ritorno, si passa per Castagnolo, Funo di Argelato e Trebbo di Reno, per arrivare nuovamente dentro al parco di Villa Angeletti da dove siamo partiti.      

Caratteristiche: lunghezza del percorso circa 60 km; pranzo al sacco

Note: tipo fondo 90% asfalto – Difficoltà: (da 1 a 5) – 2 –

  • PRIMA DI ADERIRE LEGGERE ATTENTAMENTE IL REGOLAMENTO ANTI/COVID SUL SITO TREK/PERTINI

Prenotazione obbligatoria, posti 20: da lunedì 5 ottobre ore 0,01 a esaurimento posti inviando mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., ogni mail max 2 nomi, citando tessera Ancescao 2020 con numero socio e centro di appartenenza. Risponderemo a tutti confermando la prenotazione e la eventuale lista di attesa

  • Obbligatorio: iscrizione Ancescao/Pertini 2020, CASCO, mascherina, gel igienizzante per le mani, borraccia, 2 camere d’aria di ricambio, al capogita consegnare il modulo di autodichiarazione firmato ed € 3,00 per contributo segreteria.

Sul percorso seguire regole Codice della Strada

NOTE> il capogita in caso di tempo avverso, asuo insindacabile giudizio, puo’ modificare tutto o in parte l’itinerario previsto per salvaguardare l’incolumità dei soci partecipanti